Versione: 2.0

La Definizione di Conoscenza Aperta precisa il significato di ‘’aperto’’ (open) rispetto alla conoscenza, promuove beni comuni (commons) robusti a cui chiunque può partecipare, ed offre una interoperabilità efficace.

Sommario: La conoscenza è aperta quando chiunque ha libertà di accesso, uso, modifica e condivisione ad essa – avendo al massimo come limite misure che ne preservino la provenienza e l’apertura.

Il significato essenziale corrisponde con quello di ‘’aperto’’ rispetto al software, come nel caso della Open Source Definition, dove è sinonimo di ‘’libero’’ secondo quanto descritto dalla Definition of Free Cultural Works. La Definizione di Conoscenza Aperta originariamente derivava dalla Open Source Definition che a sua volta eredita il concetto dalle linee guida Debian Debian Free Software Guidelines.

Il termine opera sarà utilizzato per indicare l’oggetto o l’elemento di conoscenza che viene trasferito.

Il termine licenza si riferisce alla licenza in base alla quale l’opera è resa disponibile. Nel caso in cui non sia stata concessa alcuna licenza, ci si riferisce alle normali condizioni giuridiche a cui il l’opera è soggetta (per esempio il copyright o dominio pubblico).

1. Opera aperta

Un’ opera aperta deve soddisfare i seguenti requisiti nella sua distribuzione:

1.1 Licenza aperta

L’ opera deve essere disponibile con una licenza aperta (come definito nella Sezione 2). Qualsiasi condizione aggiuntiva che accompagna l’opera (come condizioni d’uso o brevetti del licenziatario) non deve contraddire le condizioni della licenza.

1.2 Accesso

L’ opera deve essere disponibile nella sua interezza ed a un costo di riproduzione ragionevole, preferibilmente tramite il download gratuito via Internet. Qualsiasi informazione aggiuntiva vincolata dalla licenza (come i nomi dei contributori richiesti nel caso del requisito di attribuzione) deve accompagnare l’opera.

1.3 Formato aperto.

L’ opera deve essere fornita in un formato opportuno e modificabile che non ponga inutili ostacoli tecnologici allo svolgimento dei permessi forniti dalla licenza. Nello specifico, i dati devono essere machine-readable (processabili da una macchina), disponibili in massa (bulk) e messi a disposizione in un formato aperto, vale a dire un formato le cui specifiche siano pubblicamente e liberamente disponibili e che non imponga nessuna restrizione economica o di altro tipo al suo utilizzo o che almeno, come caso estremo, possa essere elaborato da almeno un software libero.

2. Licenze aperte

Una licenza è aperta se i suoi termini soddisfano le seguenti condizioni:

2.1 Autorizzazioni necessarie

La licenza deve irrevocabilmente permettere le seguenti condizioni:

2.1.1 Uso

La licenza deve permettere il libero uso dell’opera licenziata.

2.1.2 Ridistribuzione

La licenza non deve imporre alcuna limitazione alla vendita o all’offerta gratuita dell’opera singolarmente considerata o come parte di un pacchetto composto da opere provenienti da fonti diverse.

2.1.3 Modifiche

La licenza deve consentire la realizzazione di modifiche e di opere derivate e deve consentire la loro distribuzione agli stessi termini dell’opera originaria.

2.1.4 Separazione

La licenza deve consentire a qualsiasi parte dell’opera di essere liberamente usata, distribuita o modificata separatamente da qualsiasi altra parte dell’opera o da qualsiasi pacchetto di opere con cui era originariamente distribuita. Tutte le persone a cui il lavoro viene ridistribuito devono avere gli stessi diritti concessi in congiunzione con il pacchetto originario.

2.1.5 Compilazione

La licenza non deve imporre restrizioni su altre opere distribuite insieme all’opera licenziata. Per esempio, la licenza non deve insistere sul fatto che tutte le altre opere distribuite sullo stesso supporto siano aperte.

2.1.6 Non discriminazione

La licenza non deve discriminare alcuna persona o gruppo di persone.

2.1.7 Distribuzione

I diritti relativi all’opera devono essere applicati a tutti coloro a cui è ridistribuita senza la necessità di accettare altri termini legali aggiuntivi.

2.1.8 Uso per qualsiasi scopo

La licenza deve permettere l’uso, la ridistribuzione, modifica e compilazione per qualsiasi scopo. La licenza non deve impedire a nessuno di utilizzare l’opera in un determinato settore d’attività.

2.1.9 Nessun addebito

La licenza non deve imporre nessuna spesa di attivazione, royalty o altre compensazioni o remunerazioni monetarie, come parte delle sue condizioni.

2.2 Condizioni accettabili

La licenza non deve limitare, rendere insicuro o ridurre le autorizzazioni obbligatorie nelle Sezione 2.1 eccetto nelle seguenti condizioni:

2.2.1 Attribuzione

La licenza puo` richiedere nella distribuzione di citare contributori, titolari dei diritti, sponsor e creatori dell’opera purché tali obblighi non siano onerosi.

2.2.2 Integrita`

La licenza puo` richiedere, come condizione perché l’opera venga distribuita in forma modificata, che l’opera derivata abbia un nome o un numero di versione diverso dall’opera originaria.

2.2.3 Condividi allo stesso modo

La licenza puo` richiede a chi genera contenuti da un prodotto di rilasciare i derivati con le stesse condizioni dell’originale.

2.2.4 Avviso

La licenza puo` richiedere il mantenimento delle notifiche di (copyright) e l’identificazione della licenza originale.

2.2.5 Sorgente

La licenza puo` richiedere che opere modificate siano rese disponibili in un formato adatto per future modifiche.

2.2.6 Assenza di restrizioni tecnologiche

La licenza puo` proibire la distribuzione dell’opera quando ci sono condizioni tecnologiche che impongo restrizioni all’esercizio dei diritti in altro caso concessi.

2.2.7 Non aggressione

La licenza puo` richiedere modifiche che concedano permessi pubblici aggiuntivi (per esempio, brevetti di licenza) come richiesto per l’esercizio dei diritti accompagnati dalla licenza. La licenza può inoltre permettere autorizzazioni di non aggressione contro i licenziatari rispetto all’esercitare qualsiasi altro diritto permesso (nuovamente, ad esempio, contenziosi sui brevetti).

translated by Veronica Lipella and Maurizio Napolitano based on the work ofPrimavera De Filippi, Andrea Glorioso and Juan Carlos De Martin at the NEXA Center for Internet & Society, Politecnico di Torino.